Telecom: Internet Mobile a 21Mbps entro il 2010

Amici lettori di Confronta ADSL, la notizia è recente: Telecom Italia ha annunciato che entro il 2010 (e quindi la notizia è attualissima) si appresta ad aggiornare la velocità della propria rete mobile alla tecnologia HSPA+ che sarà capace di viaggiare fino a 21 Megabit al secondo, rispetto agli attuali 14,4 Mbps. Le innovazioni nel campo della tecnologia di connettività mobile si susseguono dunque senza sosta… vediamo i dettagli.

Anzitutto occorre dire che, se da un lato nel campo delle promozioni ADSL il principale gestore italiano prosegue nella campagna pubblicitaria legato alle offerte alice, sul versante della connettività mobile rimangono alcune perplessità sull’annuncio: Telecom Italia aveva già affermato la stessa cosa nel 2008, prevedendone la realizzazione nel 2009. L’upgrade della rete mobile comunque non dovrebbe fermarsi ai 21Mbps: la banda larga mobile arriverà fino 42 Mbps a fine 2011 e verrà introdotta, entro la fine dell’anno successivo, la tecnologia LTE, la nuova rete 4G, attualmente ancora in fase di test.

Telecom Internet Mobile a 21Mbps entro il 2010

Il piano di sviluppo della rete mobile di nuova generazione, che prevede il totale rinnovamento della rete, della componente radio, delle infrastrutture di trasporto e dei protocolli di comunicazione, permetterà di sostenere la crescita del mercato delle connessioni dati mobili. Secondo le stime infatti per il 2013 sono attesi 150 Petabyte (un Peta corrisponde ad un milione di Giga) in crescita esponenziale rispetto ai 60 Petabyte previsti in transito sulla rete TIM nel 2010, 15 volte il volume del 2007.

Telecom sembra però lanciare una roadmap identica, la stessa che Vodafone ha già presentato 6 ottobre in parallelo all’annuncio dei 1000 comuni italiani.

“Già oggi la rete di Vodafone è dotata di tecnologia HSDPA a 14.4 Mbps sulla quasi totalità della rete mobile di terza generazione, e, con il servizio HSPA+ già avviato nelle grandi città, raggiungerà i 21.6 Mbps – 28.8 Mbps, prevedendo 42 Mbps entro il 2011″.

In aggiunta, il progetto “1000 comuni” va oltre all’upgrade della velocità nelle zone esistenti e, attraverso un investimento di un miliardo di euro, permetterà la diffusione della banda larga nelle aree in Digital Divide. Il programma ideato da Vodafone partirà a gennaio 2011 e prospetta una copertura radio di almeno 2 Mbit/s, il doppio di quanto previsto a livello internazionale come soglia minima di banda larga, garantendo priorità a quei comuni in Digital Divide, che fino ad oggi sono stati esclusi da servizi ed internet veloce.

Rimane quindi da capire l’obiettivo dell’annuncio di Telecom: fatto per “dovere” di risposta alle precedenti dichiarazioni di Vodafone? In ogni caso mostra un chiaro ritardo rispetto alle dichiarazioni del 2008.

In questa lotta tra operatori si spera che a guadagnarci siano anche gli utenti, grazie ad una sana competizione sia sotto il profilo tecnologico che di tariffe internet mobile. Sperando di portare l’Italia a raggiungere gli altri paesi europei.

Offerte ADSL in Promozione

Lascia un commento