Confronto Router ADSL: Alcuni Suggerimenti

Immagine Router Adsl Alice

Il Router ADSL è un piccolo ma indispensabile apparecchio: senza di esso non sarebbe possibile avere il collegamento alla linea ADSL. Ma quali sono le differenze fra modem e router? Quali sono le differenze fra i vari modelli di router? E ancora, è meglio il router a noleggio oppure di proprietà? Vediamo di scoprirlo insieme.

Modem ADSL: a cosa serve?

Per definizione, il modem è un dispositivo che permette il collegamento e la trasmissione dati fra il computer e la linea telefonica. Nel caso della tecnologia ADSL, è evidente che è necessario un modem per il collegamento fra il PC e l’ADSL. Nel caso specifico occorre un dispositivo denominato proprio Modem ADSL.

Modem e Router ADSL: ecco le funzionalità

Il Router ADSL è un dispositivo che unisce le funzioni del modem ADSL – ovvero collegarsi ad una linea telefonica – alle funzioni di routing: gestire l’instradamento di 1 o più computer verso reti esterne. Se vogliamo descrivere questa funzione con parole più semplici, potremmo dire che il compito del router è di fare da “ponte” fra la rete locale casalinga (o aziendale, che può essere costituita da 1 PC oppure da numerosi PC) e la rete esterna (ovvero Internet). E’ quindi corretto chiamare il dispositivo con il nome completo di Modem/Router, anche se per semplicità viene spesso chiamato solo Router.

Modem e Router: le differenze

Il modem è un dispositivo pensato per collegare 1 solo computer alla linea telefonica… è vero che è possibile condividere la connessione telefonica fra più PC, però è pur sempre una soluzione non ottimale, in quanto il PC che ha il modem fisicamente collegato, deve essere sempre acceso, e quindi svolge di fatto le funzioni di routing (pur non avendone, probabilmente, le caratteristiche).

Il router invece, e a questo punto sarebbe più giusto chiamarlo col nome corretto ovvero Modem/Router, svolge autonomamente le funzioni di modem (collegamento alla linea) e le funzioni di smistamento della connessione, ovvero di routing.

Se usiamo un modem la presa di collegamento al computer sarà di tipo USB. Sarà dunque necessario installare i driver del dispositivo.

Se usiamo un router non è necessaria l’installazione di alcun driver. Il collegamento fra il/i computer e il router sarà di tipo Ethernet (il cosiddetto cavo di rete).

Il Router ADSL: le principali funzioni

  • Funzionalità di Modem: esso è dotato di una presa (in gergo si chiama RJ11) che permette il collegamento dell’apparato alla linea telefonica, sia essa Telecom oppure anche di un altro gestore per chi utilizza un Contratto senza Linea Telecom.
  • Funzionalità di Router: in questo caso il dispositivo si preoccupa di fare da “barriera”, da ponte di comunicazione fra la rete locale (1 o più computer) e la rete esterna (Internet)… il router instrada i pacchetti di dati dall’interno verso l’esterno e viceversa, utilizzando il protocollo IP.
  • Funzionalità di Firewall: alcuni modelli di router hanno un software interno che può gestire le politiche di accesso verso determinate destinazioni, e anche impedire l’accesso dall’esterno verso alcuni computer.
  • Il NAT: è un’importante funzione che permette la traduzione da indirizzi IP privati a indirizzi IP pubblici e viceversa: in questo modo non sarà necessario impostare sul/sui computer un indirizzo IP pubblico, ma sarà compito del router gestire l’indirizzamento dall’interno verso l’esterno e viceversa.
  • Lo Switch Ethernet integrato: molti router sono dotati di 4 porte ethernet che permettono il collegamento di 4 computer… in questo modo otterremo il duplice vantaggio di 1) consentire l’accesso a Internet a più di 1 computer 2) creare una piccola rete locale interna per condividere file e risorse (cartelle, stampanti, scanner, hard-disk, ecc.).
  • L’Access Point Wi-Fi: i router di fabbricazione più recente includono anche le antennine per il supporto al protocollo Wi-Fi; in questo modo potremo collegare alla rete 1 o più computer portatili (notebook e netbook) e navigare su internet con tanti computer contemporaneamente.

Confronto Router ADSL: meglio noleggio o di proprietà?

  • Il Router a noleggio presenta il vantaggio che non dobbiamo preoccuparci di doverlo acquistare, e nemmeno di doverlo configurare (entro certi limiti): esso viene consegnato all’atto della sottoscrizione di un contratto, come nel caso di Alice, e viene fornito di un CD di installazione guidata piuttosto semplice, che guida l’utente al completamento dell’attivazione nella maggior parte dei casi senza troppi problemi… lo svantaggio è che non può essere configurato più di tanto, e quindi alcune personalizzazioni non sono possibili (ad esempio il “cambio porte Tcp e Udp” per i programmi P2P tipo eMule).
  • Il Router di proprietà presenta lo svantaggio di dover essere acquistato dall’utente, e quindi è un costo che si aggiunge all’acquisto del contratto ADSL. Oggi però i router costano davvero poco e quindi forse vale la pena di fare l’investimento, per avere un apparato che sarà 1) scelto da noi, marca e modello 2) totalmente configurabile 3) anche nel caso di un futuro cambio di gestore si potrà conservare il medesimo apparato. Ovviamente un router appena acquistato è “vuoto”, ovvero non è configurato: occorre dunque avere a disposizione un tecnico in grado di effettuare l’operazione.

Confronto fra Router ADSL

Nelle prossime puntate proveremo ad analizzare alcuni modelli di router per vedere quali sono le caratteristiche peculiari di ogni singolo modello, e metterli a confronto, anche se bisogna ammettere che oggi tali apparati si somigliano parecchio, sia in termini di funzionalità che di prezzo: ciò che può fare la differenza è la presenza di alcune funzionalità avanzate, come ad esempio il supporto alla telefonia VoIP (oppure l’interfaccia ATA per collegare un telefono tradizionale e usare comunque il VoIP) oppure il supporto per l’implementazione delle VPN (Virtual Private Network). Torneremo presto sull’argomento.

Offerte ADSL in Promozione

Lascia un commento