Chi Ha l’ADSL Deve Pagare il Canone RAI?

Come buon augurio per un felice e sereno inizio di settimana voglio portare a tutti voi, in questi tempi di crisi e costanti brutte notizie, finalmente qualcosa di cui poter essere contenti. La maggior parte di voi possiede almeno un computer, sia  a casa che, molto probabilmente, nel posto di lavoro e quando, qualche tempo fa, si era diffusa la notizia che tutti i possessori di pc, tablet e smartphone avrebbero dovuto pagare il canone RAI, pur non possedendo un apparecchio radiotelevisivo. La notizia si era fatta ancora più fastidiosa per il fatto che il pagamento del canone sarebbe stato associato ad una linea a banda larga perché grazie ad una linea adsl era comunque possibile accedere ai servizi televisivi della tv di stato.

Non possedete un televisore, non guardate mai un solo programma sulle reti di stato e non avete alcuna intenzione di pagare il canone rai, ma possedete una rete adsl? Non temete, non correte a disdire il vostro abbonamento adsl e continuate a leggere.

Possessori di Pc, Smartphone e Tablet: Continuate Pure a Navigare

La televisione pubblica ha presto dovuto fare marcia indietro sull’avvalersi di questa possibilità e questo perchè il ministero dello sviluppo economico si è dimostrato assolutamente contrario a questa norma sul pagamento del canone per chi sia possessore di una linea adsl, dietro a questa presa di posizione sta il fatto che il governo è ovviamente interessato a proteggere e favorire lo sviluppo tecnologico nel nostro paese anzichè ostacolarlo. E’ ovvio che chi usa in modo massiccio e continuativo non smetterebbe di usare internet anche se questa norma dovesse effettivamente essere messa in atto, ma questo non toglie che ci sarebbero persone disposte anche a rinunciarvi, in un mondo in cui l’online sta diventando sempre più fondamentale per la nostra vita. Questa decisione è stata sicuramente influenzata dalle pesanti pressioni provenienti dall’opinione pubblica e dalle numerose aziende e professionisti (una categoria su tutte quella dei medici) che si sono rivoltate per questa possibilità.

Una volta reso nota questa presa di posizione del ministero, dagli uffici della RAI si sono subito affrettati a dichiarare che il pagamento del canone non sarebbe stato richiesto indiscriminatamente a chiunque fosse possessore di uno degli apparecchi sopracitati, ma solamente a coloro i quali, privati o aziende, li usassero proprio come un apparecchio radiotelevisivo. La norma doveva insomma interessare tutti quelli che decidono di guardare la tv attraverso internet e le alte sfere RAI hanno anche sottolineato che, chiunque pagasse già il canone per uso domestico, ovviamente sarebbe stato esonerato da quello che sarebbe stato, a tutti gli effetti, un doppio pagamento.

Possessori di Pc, Smartphone e Tablet: E Chi Ha Già Pagato?

Se ci sono tra voi diligentissimi utenti che hanno prontamente pagato il canone, è proprio il caso di dirlo, ingiustamente vi rassicuriamo sul fatto che potete chiedere immediatamente il rimborso di quanto pagato, l’associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori (ADUC) ha infatti fornito una pagina da cui scaricare informazioni e moduli per la richiesta di rimborso ai danni della RAI, per qualsiasi info e per scaricare i moduli recatevi QUI.

Offerte ADSL in Promozione

1 commento »

  1. g.tufariello ha scritto:

    17 gennaio 2014 @ 10:59

    la rai deve camminare come i privati perchè di questi tempi chi si trova in difficolta’ non può rischiare di essere perseguitato a vita da equitalia.

Lascia un commento